Passatelli (del Marchesato)


Cucina marchigiana, Zuppe e minestre / mercoledì, febbraio 21st, 2018

Sapete quando la tradizione ci viene in soccorso?
Quando torniamo a casa la sera, senza fare spesa e dopo mille impegni, e troviamo il frigo vuoto.
Ecco. C’è poco da inventare dopo l’ennesimo spaghetto aglio olio e peperoncino. Ti guardi in giro e, oltre al pane avanzato di ieri non c’è molto.
Ed è proprio in queste occasioni che la cucina povera delle Marche ci viene in aiuto.

Una cucina fatta di pochissimi ingredienti, come nel caso dei passatelli.
Lo sappiamo perfettamente che starete strabuzzando gli occhi e urlando alla blasfemia “Ma che passatelli sono?!?!”.
Abbiamo subito la risposta!
Gli ingredienti e la preparazione sono quelli tradizionali: pane raffermo grattugiato, parmigiano, scorza di limone, noce moscata, uovo.
Ma sapete bene che serve l’apposito attrezzo per fare i passatelli, cosa che nel marchesato purtroppo non abbiamo.
Probabilmente però nemmeno ad Ascoli è così semplice trovarlo, e sarebbe un vero peccato privarsi di un tale conforto serale nel piatto.
E chi vi dice che va bene anche lo schiacciapatate, mente con profondo trasporto. Non è la stessa cosa!

Così abbiamo optato per una mossa un po’ paracula e abbiamo dato ai passatelli una verve in più, strizzando l’occhio ai canederli del Nord Italia, e trasformandoli in piccoli bottoncini da servire in un brodo corroborante: di carne, pesce o verdure scegliete voi.

La cosa bella della cucina è quella di infrangere i dettami e creare un percorso tutto personale (ovviamente conoscendo bene le regole, prima!) ed è proprio da questa voglia di dare un tocco glamour che nasce la nostra versione dei passatelli.

Inutile dire quindi che, se avete l’attrezzo per fare i passatelli, vi basterà premere l’impasto sotto di esso per ottenere la versione tradizionale.
Oppure, perché non provare così, da servire in deliziose ciotoline? Il sapore è proprio quello dell’infanzia di ogni pesarese 🙂

Passatelli (del Marchesato)

Difficoltà 21

Tempo di preparazione 10 minutes

Tempo di cottura 5 minutes

Tempo totale 45 minutes

Porzioni 2

See Detailed Nutrition Info on

Ingredienti

  • 100 g di pane raffermo grattugiato finemente
  • 50 g di parmigiano reggiano
  • la scorza grattugiata di un limone
  • 1 uovo intero
  • 1 tuorlo
  • noce moscata (per noi mezzo cucchiaio)
  • 700 ml di brodo (manzo, pollo, vegetale, pesce)

Procedimento

In una ciotola metti il pane grattugiato, il parmigiano, la scorza del limone e la noce moscata . Mescola con una forchetta per amalgamare gli ingredienti secchi.

Ora aggiungi l'uovo intero e il tuorlo e incomincia a mescolare aiutandoti con una forchetta.

Metti l'impasto su una spianatoia e prosegui con le mani fino ad ottenere un composto compatto e liscio.

Riempi di impasto le mezze sfere dell'apposito stampo in silicone poi, con l'aiuto di un tagliere, gira lo stampo e premi bene in modo da creare bene i bottoncini e compattarli.

Metti l'impasto a riposare in frigorifero 30 minuti.

Porta a bollore il brodo poi immergi i bottoncini e falli cuocere per circa 3 minuti.

Servi con generoso brodo bollente e, a piacere, una grattugiata di parmigiano.

Note

Si consideri anche il tempo di riposo dell'impasto pari a 30 minuti

Ultimo ps: potete anche dare all’impasto la forma di un panetto e metterlo a raffreddare il frigo per i 30 minuti che richiede la ricetta. Trascorso il tempo potete tagliare tanti piccoli cubetti che ricordano la minestra nel sacco.

Momento supporto:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *