Sardoncini scottadito


Antipasti, Cucina marchigiana / venerdì, dicembre 22nd, 2017

Ci sono piatti che profumano d’estate sempre.
Sono eternamente leggeri, divertenti e spontanei.
Vestono di nostalgia i primi mesi d’autunno e persino nell’inverno più pieno ci ricordano che, passato il 13 dicembre, i giorni cominciano nuovamente ad allungarsi.

Sono i piatti degli eterni ottimisti, quelli che summer is a state of mind basta che ci sia il mare.
Ecco, i sardoncini scottadito sono i capitani di questo esercito di fiduciosi.


Intanto sono il piatto ideale da cui partire per imparare a pulire il pesce.
Hanno la conformazione dei pesci grandi con la facilità di pulizia di quelli piccoli.
Poi fanno benissimo perché ricchi di omega tre e sono pesci profumatamente presenti nell’Adriatico.
Perché si sa che la pesca sostenibile è il modo migliore di approcciare il mare.
Infine, se non vi abbiamo convinto fino ad ora, prevedono 10 minuti di cottura per lato e una panatura decisamente mediterranea!

Sardoncini scottadito

Difficoltà 31

Tempo di preparazione 20 minutes

Tempo di cottura 20 minutes

Tempo totale 40 minutes

Porzioni 4

See Detailed Nutrition Info on

I sardoncini scottadino vanno benissimo in qualsiasi stagione. Intanto per la grande reperibilità che hanno le sardine. Poi perché sono facilissime e veloci da preparare. Se d'estate il consiglio cade sul farli alla griglia, d'inverno basta accendere il forno per avere un antipasto che ci ricorda che summer is a state of mind. Basterà una bollicina rosè di Lacrima di Morro per rendere speciale una cena infrasettimanale

Ingredienti

  • 20 sardine/sardoncini
  • pane secco
  • un bel ciuffo di prezzemolo
  • uno spicchio di aglio
  • sale quanto basta

Procedimento

Pulisci le sardine: con una forbice incidi la testa e la pancia, così da facilitare la pulizia interna. Stacca la testa e tirala verso la coda; usciranno facilmente tutte le interiora.

Sciacqua velocemente i pesci sotto l’acqua corrente e asciugali con un panno carta.

Pela lo spicchio d’aglio e taglialo a metà; monda il prezzemolo, privandolo delle foglie brutte (ma tenendo qualche gambo).

In un mixer trita in modalità “pulse” il pane secco, il prezzemolo e l’aglio.

Il risultato dovrà essere simile a una farina grossolana; sarà semplice da far attaccare alle sardine ma non le panerà completamente.

Accendi il forno a 200 gradi e portalo a temperatura.

Passa grossolanamente le sardine nella panatura e disponile su una teglia coperta con carta forno.

Sala leggermente e inforna per 10 minuti.

Trascorso il tempo gira le sardine, salale anche dall’altra parte e prosegui la cottura per altri 10 minuti.

Servire immediatamente.

Momento supporto:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *