Mangiare ad Ancona: gli indirizzi di riferimento


Guida alle Marche, Provincia di ANCONA / mercoledì, febbraio 7th, 2018

Ancona non piace a tutti, si sa.
Va osservata, capita, rivista più volte, anche perdonata per il suo fare un po’ introverso.
Solo così, lentamente, ti entrerà nel cuore.

Che tu sia ad Ancona volutamente o per un passaggio radente tra un treno e l’altro ecco la nostra lista di luoghi dove fermarsi a mangiare.
Tra ristoranti, osterie, street food e locali storici c’è solo l’imbarazzo della scelta.
Dipende solo da te, dalle tue tasche e dal tempo che hai a disposizione.

Ovviamente questa è una lista in continua evoluzione e aggiornamento.
Passa spesso per scoprire nuove realtà o scrivici nei commenti se hai luoghi del cuore che ti senti di consigliarci.

Cosa mangiare ad Ancona

Ci sono piatti imprescindibili da assaggiare quando siete ad Ancona.
Ovviamente tutto parla di cucina di mare e il protagonista della città è per certo lo stoccafisso all’anconetana, servito con patate, olive e un sugo di pomodoro generoso.
Caposaldo della città dorica, lo stocco all’anconetana è tutelato dall’Accademia dello stoccafisso che impone regole precise per la sua preparazione così da proteggerlo da contraffazioni.

Altra firma del Made in Ancona è il mosciolo di Portonovo, cozza selvatica che cresce solo ed esclusivamente sugli scogli del Conero e presidio Slow Food Marche.
La scelta di come assaggiarle è infinita: dall’opzione al naturale fino a piatti generosi di pasta.

Per concludere il pasto, ovviamente, un assaggio di Caffè Borghetti. 
Pochi sanno che il liquore al caffè è nato proprio ad Ancona nel 1860 dall’esperienza di Ugo Borghetti, proprietario del Bar Sport cittadino.
Noi ve ne abbiamo già parlato come ingrediente della Borghetti Colada 🙂

Dove mangiare ad Ancona

Ristorante Albergo “Da Gino”
Piazza Rossetti, 26

Il detto “l’apparenza inganna” credo sia stato coniato ai tavoli di questo ristorantino proprio davanti alla stazione.
Fermo agli anni 70 e con il menù scritto su un foglio volante è tappa obbligata per assaggiare il vero stocco all’anconetana, proposto anche come condimento per una pasta generosa, talmente buono da far parte dell’Accademia dello stoccafisso.
Tralasciate ogni preconcetto e godetevi un piatto strabordante di storia e tradizione (ok, anche di olio ma si può soprassedere: lo stocco all’anconetana non è un piatto light ma di certo un piatto sincero).

Ristorante Sot’aj Archi
Via Marconi, 93

Lasciamo la stazione per dirigerci verso il porto.
In località Archi c’è questo ristorante di cucina tipica marchigiana.
Il luogo perfetto per scoprire i piatti caratteristici della cucina marinara delle Marche.
Da provare i sardoncini scottadito e la coda di rospo.
Per tutte quelle volte che avete bisogno di cucina generosa come la farebbe nonna.

Anguì a miglio zero
Banchina Nazario Sauro, Porto di Ancona

Ve ne avevamo già parlato  per raccontare una bellissima realtà che merita di essere segnata nelle guide golose di Ancona.
Situato al porto, Anguì propone piatti a miglio zero e cibi da strada da assaggiare assolutamente.
Sia che optiate per un cartoccio di frittura dell’Adriatico, sia che propendiate per un panino più gourmet, la vostra pausa pranzo diventerà indimenticabile, magari passeggiando per scoprire la bellezza storica del porto di Ancona.

Al Mandracchio
Largo Fiera della Pesca 11

Rimaniamo al porto, nei pressi della Mole Vanvitelliana per questo ristorante di cucina raffinata e alta qualità della materia prima in un ambiente che strizza l’occhio al design urbano.
Da provare assolutamente i crudi di pesce di quello che sta diventando sempre più un punto di riferimento nel panorama gastronomico anconetano.

Ginevra Restaurant
Via Rupi di via XXIX Settembre

Un locale poliedrico quello all’interno dell’hotel Seeport di Ancona con una vista mozzafiato sul porto.
Tre le opzioni per vivere l’ambiente food: la terrazza, dove gustare aperitivi gourmet o assistere alle serate tematiche che animano l’estate; il lounge Cafè per una pausa pranzo veloce o una variante più agile e gourmet al classico pranzo di lavoro.
Per cena invece, prendetevi tutto il tempo per godervi le proposte dello chef Umberto Bentivoglio al ristorante.

Bontà delle Marche
Corso Mazzini, 96

La gastronomia per portare a casa un po’ di Marche dopo il vostro viaggio.
Al primo piano troverete un ristorantino dove assaggiare, solo a pranzo, alcune delle tipicità della regione come taglieri di salumi, formaggi e lonzino di fico, vincisgrassi e altre portate preparate giornalmente.
Tappa valida per una pausa pranzo di prova prima di acquistare prodotti che, siamo certe, vi entreranno nel cuore.

Da Morena
Corso Mazzini, 61

Durante la bella stagione, già da aprile/maggio, Morena è una tappa fissa ad Ancona.
Il chiosco, proprio accanto alla fontana del Calamo, ha una vasta scelta di cucina di mare che parte da crudi eccellenti per arrivare a deliziosi piatti di lumachine da assaporare nei tavolini in piazza, magari con un calice di Verdicchio.
Da assaggiare assolutamente: i moscioli di Portonovo.

 

Momento supporto:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *