L’unione fa le Marche

SAREBBE BELLO SE..

E’ capitato una sera, una di quelle che scendono lente all’inizio dell’autunno, di chiacchierare con Marco Cicconi di Picenum Tour davanti alla cucina di Umberto Bentivoglio.  Eravamo a tavola per fare qualche foto ai piatti dello chef e per vederci dopo un tempo troppo lungo di esilio al Nord.
Si chiacchierava di come sarebbe stato bello vedere le Marche tutte sedute alla stessa tavola, gli occhi sgranati davanti alla cucina di uno chef sconosciuto perché “dall’altra parte della Regione”, i palati stupiti da sapori nuovi perché non di quella provincia.
Sembravano parole.
Ci dicevamo: “Sarebbe bello creare una serie di cene in cui gli chef cucinano insieme e si confrontano, magari portando un produttore della loro provincia e un vino..”
Un passatello accanto a un’oliva all’ascolana..
Un piatto di vincisgrassi accanto alla crescia sfogliata..

Ci sono favole che iniziano con “C’era una volta…” mentre altre con “Sarebbe bello”.
Questa è una di quelle che inizia con il secondo attacco e, da sogno virtuale sospinto da calici di vino, è diventato un progetto concreto che ha visto il suo battesimo il 30 novembre.

IL PROGETTO

Se ottobre è iniziato con un sogno, novembre è iniziato con un piano ben preciso.
I messaggi su WhatsApp con Federica Felicetti, altra colonna portante del PicenumTour si sprecavano. Siamo entrate subito in sintonia con l’0biettivo comune di stravolgere la Regione e contattare i grandi nomi della cucina marchigiana per affiancarli alle giovani promesse, da Pesaro ad Ascoli.

Sembrava una follia in pochissimi giorni, visto e considerato che la data zero era stata fissata per il 30 novembre.
Ma quando due donne si mettono in testa una cosa, c’è poco da fare. In nemmeno 48 ore avevamo avuto meravigliose conferme, a garanzia che il progetto era bello davvero ed era stato accolto con entusiasmo.

Serviva un castello fatato per far accadere la magia e i fratelli Carlo ed Erminio Giudici hanno messo a disposizione con entusiasmo i locali dell’Antico Caffè Soriano per realizzare il nostro piccolo piano diabolico.
San Benedetto del Tronto sarebbe stato il cardine delle nostre serate e lo chef Simone Ventresca avrebbe fatto gli onori di casa accogliendo i colleghi da tutta la regione.
Un ulteriore valore aggiunto, come accennato prima, è che per ogni serata ci saranno produttori enogastronomici a raccontarsi; ogni chef interpreterà una tipicità locale evidenziando le grandi qualità dell’artigianato marchigiano e calici tanto di Verdicchio quanto di Pecorino allieteranno ulteriormente ogni cena.

IL CALENDARIO DELLE CENE

 

Ogni serata si svolgerà all’Antico Caffè Soriano di San Benedetto del Tronto e ad affiancare Simone Ventresca ci saranno i seguenti chef:

30 novembre: Umberto Bentivoglio e Alcide Andrea Romani  SOLD OUT

14 dicembre: Rosaria Morganti e Nikita Sergeev

25 gennaio: Errico Recanati e Daniele Citeroni

8 febbraio: Alessandro Rapisarda e Pierpaolo Ferracuti

22 febbraio: Michele Biagiola e Danilo Bei

15 marzo: Marco Veglio e Tommaso Melzi

12 aprile: Massimo Garofoli e Sabatino Lattanzi

e poi…

La prenotazione, obbligatoria per poter partecipare alle serate, deve essere fatta ai numeri:
324.5938465
338.9121063