Ciavarro di Ripatransone


Cucina marchigiana, Zuppe e minestre / domenica, settembre 23rd, 2018

Si dice in giro che l’autunno sia una seconda primavera in cui i colori pastello dei fiori si trasformano in calde e avvolgenti foglie croccanti.
Una seconda possibilità che amiamo particolarmente nel Marchesato: il clima caldo a sufficienza per rimandare la sciarpa ancora un po’ ma fresco per accogliere le prime zuppe di stagione.

Ecco perché ad autunno appena iniziato, abbiamo pensato alla zuppa di legumi tipica di Ripatransone, balcone del Piceno: il ciavarro
Questa, originariamente, veniva preparata il primo di maggio per svuotare la dispensa dalle ultime scorte dell’inverno e accogliere le primizie che da lì a poco avrebbero inondato la tavola dei colori tipici dell’orto.


Nella ricetta originale è presente ogni genere di legume: lenticchia, ceci, cicerchia, fagioli bianchi e borlotti, fave, mais.
Immaginate quindi il trionfo di sapori e colori, le diverse consistenze che si alternano tra i fagioli scioglievoli e la cicerchia da schiacciare tra la lingua e il palato?
A dare ulteriore croccantezza arriva l’orzo perlato e, per un sapore indimenticabile, un sugo di pomodoro leggermente piccante.
La nostra versione doveva avere la firma delle Marchese!
Quale? Un goccio di merlot a profumare il soffritto.
Anche con le dosi siamo state generose perché ci piace immaginarla come portata della domenica, per un bel pranzo di famiglia, a dare il benvenuto a una nuova stagione, apparecchiando ancora fuori sotto il patio.
Con cosa abbinarlo?
A un bel Marche Rosso I.G.T  di Vittorini, sensualissimo con il Montepulciano che dolcemente si arrende a una piccola percentuale di Petit Verdot

Mangiare nelle marche

Ciavarro di Ripatransone

Porzioni 6

See Detailed Nutrition Info on

Ingredienti

  • 100 g di lenticchie
  • 100 g di ceci
  • 100 g di fagioli borlotti
  • 100 g di fagioli bianchi
  • 100 g di mais precotto
  • 100 g di cicerchia
  • 100 g di orzo perlato
  • 200 g di polpa di pomodoro
  • 1 cipolla finemente tritata
  • 1 spicchio di aglio schiacciato
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 1 peperoncino
  • 1/2 bicchiere di Merlot per sfumare
  • sale e pepe quanto basta.

Procedimento

Il giorno prima metti in contenitori separati i diversi legumi e lasciali a mollo per 24 ore cercando di cambiare l'acqua almeno un paio di volte.

Scola i legumi e lessali in una pentola con abbondante acqua leggermente salata: metti prima la cicerchia poi, a distanza di una ventina di minuti, i ceci, i due tipi di fagioli e le lenticchie. Lascia cuocere per circa mezz'ora ma assaggia per controllare il punto di cottura .Dieci minuti prima del termine di cottura unisci il mais e l'orzo ai legumi. Se serve aggiungi un pochino di acqua.

Nel frattempo che i legumi cuociono, in una pentola piuttosto capiente (dovrà contenere tutta la zuppa), scalda l'olio e fai soffriggere aglio e cipolla a fuoco basso, gentilmente.

Sfuma con il Merlot e lascia evaporare poi unisci la polpa di pomodoro, regola di sale, pepe e peperoncino e fai cuocere per 15 minuti.

Con una schiumarola versa i legumi e l'orzo nel sugo di pomodoro poi aggiungi un paio di mestoli d'acqua e cuoci ancora per una decina di minuti o comunque fino alla consistenza desiderata.

Servi con olio extravergine di ascolana tenera e cialde di pane.

Momento supporto:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *